L’archivio storico comunale è uno stupendo spaccato della storia della comunità e del territorio di Sestri Levante a partire dal XVII secolo.

Grazie ad un accordo con la Sovrintendenza Archivistica è stato recentemente collocato presso palazzo Fascie, al termine dell’ultimo lotto che ha riqualificato il secondo piano.

L’archivio attualmente comprende il periodo che va dal 1600 al 1924.

 

I volumi che compongono questa rara ricchezza sono diversi: i catasti che forniscono preziosi dettagli descrittivi del territorio, delle coltivazioni e della proprietà privata ma anche dell’organizzazione delle “ville” e delle famiglie proprietarie; i libri dei censori che consentono di ricostruire l’economia del borgo, i prezzi, la qualità e la provenienza delle merci vendute dagli esercenti di Sestri; infine, è possibile trovare la sezione napoleonica, particolarmente ricca e ben conservata che testimonia la riorganizzazione della cittadina di Sestri Levante negli anni immediatamente successivi alla fine della Repubblica di Genova.

 

L’accesso è libero e gratuito ma proprio per tutelarne l’integrità, si deve procedere secondo un iter che prevede la visione della pandetta con l’elenco dei documenti da parte del richiedente, per individuare i documenti di interesse e le relative segnature, la presentazione della domanda di accesso e la consultazione finale, previo appuntamento con il funzionario preposto al servizio Luisa Lucchesi.

Nei primi mesi del 2018 verrà terminata l’opera di riordino, inventariazione e messa in sicurezza di tutti i documenti presenti presso la sede di palazzo Fascie grazie ad un intervento a cura della ditta Mémosis, la società cooperativa che già anni fa si occupò di una prima fase dei lavori. Il costo dell’intervento è interamente finanziato da Mediaterraneo Servizi.

 

 

Per ulteriori informazioni consultare il sito Musel: http://www.musel.it/musel/it/visitasl.page

Pagina Facebook: https://www.facebook.com